.

Filtri attivi

Vino passito molto fresco e con piacevole acidità, adatto come fine pasto e con dolci secchi e formaggi.

Questo prezioso nettare è ottenuto da una una surmaturazione sulla pianta e da un successivo appassimento su graticci dopodiché, la pigiatura e la successiva fermentazione in piccoli carati ( barriques) che si protrae per alcuni mesi, nella quale gli zuccheri si trasformano molto lentamente in alcol fino a fermarsi naturalmente lasciando un residuo zuccherino non fermentato.

Un vino accogliente, fragrante con note di frutta secca e miele; è suadente ed emozionale e porta con sè tutto il sole dell'autunno. In bocca l'attacco è avvolgente ma è proprio l'acidità della Turbiana a renderlo esclusivo, lasciando il palato asciutto pur consentendo alle sostanze zuccherine di svolgere il loro compito fino in fondo.

Profumo: Avvolgente, di miele grezzo e limone candito, aromatico e muschiato.
Sapore: Dolce, fresco al palato. Struttura salda e di volume. Giustamente caldo , risulta non pesante ma vellutato in bocca, con una piacevole punta di freschezza finale.
Abbinamenti: Pasticceria fresca , frutta secca , formaggi erborinati , terrine e patè . E’ vino da meditazione o aperitivo fuori dal comune………

Non disponibile

Profumo intenso, persistente, pronunciato, sentori di salvia sclarea appassita, di confettura, vaniglia e miele; sapore dolce - non dolce, ampio con corpo elegante e carezzevole. 
Vino da seduzione.

Servito ad una temperatura dai 14° ai 15°C in bicchieri tulipano di cristallo si gusta con fegato d’oca, formaggi stagionati, piccola pasticceria e zabaione, torta di nocciole.

Questo raro passito è figlio di uve Malvasia e Corinto Nero coltivate sul suolo vulcanico dell’Isola di Salina. Le uve appassite al sole su graticci di canne vengono poi vinificate. Segue la lenta fermentazione e maturazione in piccoli fusti di rovere.Interessante l’abbinamento con formaggi erborinati a pasta molle e il fegato d’oca,con la pasticceria, i dolci al cioccolato e i gelati.

Un ottimo vino da dessert, ma non solo: di sapore intenso, regge bene anche l'accompagnamento con formaggi saporiti, stagionati e anche con gli erborinati.

Questo prezioso nettare è ottenuto da una una surmaturazione sulla pianta e da un successivo appassimento su graticci dopodiché, la pigiatura e la successiva fermentazione in piccoli carati ( barriques) che si protrae per alcuni mesi, nella quale gli zuccheri si trasformano molto lentamente in alcol fino a fermarsi naturalmente lasciando un residuo zuccherino non fermentato.

Questo vino da dessert ha un colore rubino con riflessi violacei e un profumo di rosa, garofano e cannella. Il suo corpo, decisamente ricco e speziato, spiana la strada ad un gusto amabile e persistente nel retrogusto.

Colore: ambrato, molto denso, consistente con evidente luminosità 
Profumo: intenso e complesso con sentori di fruttato evoluto: si avvertono chiari profumi di agrumi canditi e uva sultanina sotto spirito 
Sapore: dolce, che subito si apre su frutta candita e mandorla tostata e su nota sapida e ancora fresca; poi il sorso diviene piacevolmente caldo, avvolgente e morbido.

Sui rocciosi terrazzamenti di Pantelleria, si coltivano le vigne di Zibibbo. Per la natura del terreno e del clima di quest’isola la centro del Mediterraneo, le viti allevate ad alberello basso, producono pochi grappi di uva, che viene vendemmiata a fine Agosto, messi ad appassimento al sole per 30 giorni.

Le uve Zibibbo vendemmiate a maturazione sull’isola di Pantelleria vengono appassite sotto il rovente sole. La vinificazione, il breve contatto con le bucce e la lenta fermentazione completano l’evoluzione per alcuni mesi in piccoli fusti di rovere. Come aperitivo abbinato ai formaggi piccanti a pasta molle e al fegato d’oca. Con la pasticceria a base di ricotta, crema, frutta secca e torrone.