.

.

Metodo Classico Rosè N.S.della Neve G.D.Vajra

Metodo Classico Rosè N.S.della Neve - G.D.Vajra

Uno spumante fragrante, vinoso, che svela a naso e a palato l’unione tra il carattere deciso del Nebbiolo e la dolce eleganza del Pinot Nero. Lo consigliamo come aperitivo o a tutto pasto.

21,00 €
Tasse incluse Consegna in 48/72ore
Formato
Quantità

VARIETÀ 50% Nebbiolo, 50% Pinot Nero

DESCRIZIONE Nel 1787 omas Je erson, giunto in Piemonte attraverso il colle di Tenda, si imbatté in un Nebbiolo assaggiato all’Hotel d’Angleterre di Torino. Così lo descrive: “quasi amabile come il morbido Madeira, secco al palato come il Bordeaux e vivace come lo Champagne”. Questa è forse la più autorevole testimonianza del gusto dell’epoca. I Vaira, innamorati di tutte le declinazioni dei vino, “bollicine” comprese, non potevano resistere il fascino di cimentarsi con un metodo classico che abbracciasse questa storia antica e dimenticata, del Nebbiolo.

VIGNETI Nostra Signora della Neve è la vigna più importante nell’assemblaggio di questo “metodo classico”. Si trova a Roddino, alla con uenza tra la zona Barolo e dell’Alta Langa. Una vigna magni ca, ripida, lavorata interamente a mano dalla potatura alla raccolta. Il terreno, calcareo e povero, costringe le viti a scavare in profondità ed esprime una grande mineralità.

COLTIVAZIONE Vajra ha da sempre creduto nell’agricoltura sostenibile e nell’inerbimento naturale dei vigneti. Non si ricorre all’irrigazione e i diradamenti sono decisi in base all’annata.

VENDEMMIA E VINIFICAZIONE La vendemmia del Pinot Nero avviene tra la seconda metà di Agosto e l’inizio di settembre; quella del Nebbiolo nella prima metà di Ottobre. La raccolta, così come il trasporto in piccole cassette, sono e ettuati manualmente per conservare integri i frutti. Il severo processo di selezione dei grappoli ha inizio nel vigneto e, con sempre maggiore rigorosità, continua in cantina. Nostra Signora della Neve è un blanc de noir, un rosato di salasso (rosé de saignée), ottenuto da parti uguali di Nebbiolo e di Pinot Nero. Il succo rimane in contatto delle bucce per poche ore, a bassa temperatura. La presa di spuma è e ettuata nella primavera successiva alla vendemmia e l’a namento dello spumante è fatto sui lieviti per circa 30 mesi.

NOTE DI DEGUSTAZIONE Uno spumante fragrante, vinoso, che svela a naso e a palato l’unione tra il carattere deciso del Nebbiolo e la dolce eleganza del Pinot Nero. Lo consigliamo come aperitivo o a tutto pasto.

24 Articoli

Nella stessa categoria