.

Quinta de La Rosa

Quinta de La Rosa

Pinhão - Portogallo

La famiglia Bergqvist ha iniziato a produrre Porto fin dal 1815 e Quinta de la Rosa venne acquistata solo nel 1906 come regalo per Claire Feuerheerd, nonna di Sophia Bergqvist attuale gestrice dell'azienda. La società Feuerheerd venne venduta negli anni trenta ma La Rosa rimase invece in mano a Claire fino al 1988, anno nel quale Sophia e suo padre Tim decisero insieme di rilanciare Quinta de la Rosa. Fin dai primi anni novanta la famiglia Bergqvist è stata inoltre tra i pionieri nella produzione di vini rossi e bianchi (oltre ai Porto) e per questo è stato creato il "negoce" Vale da Clara per poter sviluppare la crescita dei vini tradizionali. Nel 2002 è stato chiamato a far parte del progetto Jorge Moreira, un giovane e talentuoso enologo che ha condotto i vini della Quinta verso uno stile ricco ed estremamente "fruttato", pur nel rispetto della tradizione. Tutto questo è possibile perché Quinta de la Rosa, a differenza della maggior parte delle aziende di Porto, effettua l'intero ciclo produttivo a Pinhão sede dell'azienda. 55 ettari tutti classificati in categoria A e piantati a touriga nacional, touriga franca, tinta roriz e tinta cão, dalle cui uve nasce il porto di Quinta de la Rosa.

Tawny

in prevalenza Touriga Nacional, Touriga Franca, Tinta Barroca, Tinta Roriz

Tawny 10 Years Old

in prevalenza Touriga Nacional, Touriga Franca, Tinta Barroca, Tinta Roriz

Formato: bottiglia da 0,50 lt 

Vintage Vale do Inferno

in prevalenza Touriga Nacional, Touriga Franca, Tinta Barroca, Tinta Roriz

Formato: bottiglia da 0,75 lt