.

Bruno Michel

Bruno Michel è uno dei figli di Josè Michel, uno dei nomi di riferimento fra i vignaioli indipendenti della Champagne oltre che nume tutelare dell’uva Pinot Meunier. L’azienda possiede tredici ettari tra Pierry e Moussy, appena a sud di Epernay, divisi equamente tra Chardonnay e Pinot Meunier; l’età media delle vigne è intorno ai 35 anni. La conversione biologica, iniziata nel 1997, è terminata nel 2004, e due ettari di vigna sono oggi in biodinamica. Il dosaggio è costituito da solo MCR. La produzione attuale si aggira intorno a 90,000 bottiglie.

Le uve sono Chardonnay per il 50% e Pinot Meunier per il restante 50%, e il dosaggio è di 8 g/l. Di esemplare equilibrio e pulizia, ha una bella speziatura e aromi di mela e pane tostato; elegante ma vigoroso, complesso ma beverino,è un ideale connubio di muscoli e finezza, in cui evidente è il contributo del Pinot Meunier.

Cuvée Rebelle: stesso uvaggio e assemblaggio della Cuvée Blanche, ma con uve delle vigne più vecchie, oltre i 40 anni, e dosaggio minimo, 2 grammi per litro. E’ affinato per il 30% in barrique usate, fino a 15 anni di età. Austero e virile, sa di agrumi e frutta secca, e in bocca è vibrante, nervoso, elettrico. Una cuvée estremamente gastronomica, ideale con il sushi.