.

Filtri attivi

Questo nobile Pinot Nero cresce nei vigneti ad altezza medio-elevata tra i 500 – 600 m s.l.m. Quì le correnti d’aria discendenti rinfrescano la temperatura anche in piena estate. Viene coltivato nelle nostre zone dalla metà del 19° secolo, soprattutto i vigneti più vecchi donano un Pinot Noir strutturato ed elegante.

Le sfumature di colore rosso rubino e granato di questo pinot vanno amabilmente a braccetto col suo profumo delicato dal sentore di mora, lampone e ciliegia. In bocca si rivela morbido e pieno, esprimendo tutta l’energia e la robustezza di un vino giovane e di belle speranze.

Questo Merlot, che cresce al meglio nel territorio DOC di Terlano specialmente nelle zone calde esposte a sud dove il terreno è argilloso, è un vino rosso corposo e colpisce in particolar modo con la sua finezza.

I terreni alluvionali che ricoprono il quartiere bolzanino di Gries sono da sempre la posizione ideale per coltivare il vitigno autoctono Lagrein, come testimoniano fonti scritte che risalgono al 1379. Il Lagrein Gries si distingue per i suoi aromi di frutti di bosco, ma anche per le sue nobili note aromatiche e un corpo pieno ed equilibrato. 

Incredibilmente sensibile alle malattie, sopporta poco i trattamenti ed è certamente tra le uve più difficile da coltivare.  
Si distingue per i caratteri organolettici, raffinati, eleganti. 

In questo vino vengono esaltati i sentori di bacche rosse, ciliegie e frutti di bosco e per questo si rende adatto a svariati abbinamenti.

Il suo bouquet seduce con aromi complessi e stratificati di frutta, come frutti di bosco maturi e ciliegie, note speziate di pepe e cuoio. Questi aromi e sensazioni si rispecchiano anche al palato. In bocca il vino entusiasma per i suoi tannini avvolgenti, con eleganza e finezza, e per la sua struttura e corposità armoniose che lo rendono molto longevo.

Vino rosso affascinante con fruttato delicato, morbido, aromi fini di frutti di bosco, sostenuti da tannini dolci. Retrogusto piacevole e fine di lunga resistenza. Ogni bicchiere lascia una impressione convincente e indimenticabile.

Profumi caratteristici del vitigno: ribes, mora e mirtillo con sottofondo di liquirizia, vaniglia e di arancia amara. In bocca è un vino di spessore, rotondo. Unisce la freschezza delle note fruttate a una certa grasseza, in perfetto equilibro.

Citato dalle fonti per la prima volta nel XVII secolo, il Lagrein rappresenta uno dei vitigni più antichi dell’Alto Adige. I suoi acini maturi e pieni conferiscono al vino il suo caratteristico rosso intenso.

A dominare i vigneti storici di Andriano, troneggia Castel Wolfsthurn (Tor di Lupo), imponente e superbo come il Lagrein che ne reca il nome. Pienezza e colore intenso donano a questa varietà tipica dell’Alto Adige tratti particolarmente autentici. 

La cima Ganda, possente massiccio alle spalle di Andriano, si erge a proteggere i dolci vigneti dell’ampia conca dell’Adige. Vigoroso ed elegante, profondo ed equilibrato: contrasti apparenti che in questo corposo Merlot danno vita ad un insieme sorprendentemente armonico. 

Morbidezza e rotondità identifi cano questa Schiava autoctona al palato. L’insieme di eleganti sentori di frutta e profumi marcati di mandorle e ciliegie conferisce al vino il suo carattere inconfondibile.