.

Plonerhof

Erhard e Herta Tutzer, dopo aver creato e condotto una tra le più importanti imprese florovivaistiche del nord Italia, hanno deciso di investire tutte le loro energie nel costruire, nella conca di Merano, una cantina ed un vigneto all'avanguardia. Il vecchio maso Ploner, dopo aver ospitato meleti per molti anni, è stato riconvertito a vite, con impianti a ritocchino, con pendenze che arrivano anche al 40%. I terreni di origine morenica consentono una profonda radicazione delle vigne ed un assorbimento ricco di minerali, ideale soprattutto per i vini bianchi aromatici. Le prime bottiglie sono state prodotte nel 2010 ma è con la vendemmia 2013 che il Piccolo Maso di Marlengo ha raggiunto un perfetto equilibrio tra tutti i suoi vini, soprattutto grazie all'opera costante di Erhard, che segue in modo preciso tutte le piccole parcelle del vigneto con il prezioso aiuto di un enologo-agronomo amico. La conca di Merano, protetta dai venti freddi dalle Dolomiti, fruendo delle dolci correnti da sud, rappresenta un habitat favorevole per le vigne di Plonerhof, dalle cui uve nascono vini fini ed eleganti, sia per i bianchi che per i rossi confermando così il piccolo Maso come grande interprete dell'enologia dell'Alto Adige.

Le uve bianche delle varietà Sauvignon, Riesling renano e Pinot Bianco che maturano sui nostri pendii, danno origine al Cuvèe bianco. La composizione di questi tre vini matura nelle botti di legno grandi e si affina in grande sapidità e finezza unica. La profonda mineralità e la lunga resistenza entusiasmano molti intenditori.

Vino rosso affascinante con fruttato delicato, morbido, aromi fini di frutti di bosco, sostenuti da tannini dolci. Retrogusto piacevole e fine di lunga resistenza. Ogni bicchiere lascia una impressione convincente e indimenticabile.